Browsing Tag

rucola

mezzelune00
Antipasti & Spuntini, Persone

Mezzelune vegetariane

La mia zia ha un nome particolare come del resto tutti gli altri componenti della mia famiglia. Mia zia, la terzogenita sorella di mio padre, si chiama Corinna, detta Ninna ed è una grande cuoca. Non ha un ristorante, non ha un catering ma è una grande cuoca. Ha fantasia, pazienza e passione. Mi piace pensare che abbia ereditato l’amore per i fornelli da sua madre, nonché mia nonna, e che anche io in qualche modo stia cercando di seguire le loro tracce. Spero di esserne all’altezza, un giorno. Mia zia è una di quelle persone che riesce a creare un piatto dalle foglie delle carote mentre io le compro senza foglie direttamente. Mia zia stupisce sempre tutti coi suoi piatti ed io ho deciso di imitare le ricette che mi passa per allenare la fantasia e migliorare grazie ai suoi consigli. Così oggi, seguendo passo passo la sua ricetta, ho preparato le Mezzelune ripiene di verdure. Riporto la ricetta così come lei me l’ha scritta.

La prima cosa da fare è preparare la Pasta Brisee:

  • 200 gr. farina bianca
  • 100 gr. burro
  • 50 gr acqua fredda

Realizza con la pasta Brisé dei  dischi grandi come un piattino da the.

mezzelune01

In una padella larga metti, in un velo d’olio, ad appassire dolcemente un 50gr.di prezzemolo unitamente ad un cipolla di Tropea tritata, dopo un poco aggiungi circa 100gr. di lattuga fresca sminuzzata con il coltello e tanti pomodorini datterino aperti in due (sono nella foto ,così vedi la qualità ),un poco di peperoncino, un poco di origano ed una manciata di capperi ben dissalati. Sala Leggermente in modo che la verdura tiri fuori la sua acqua e sfuma con un poco di vino bianco. Cuoci per circa 15 minuti, i pomodori devono restare saldi (è importante!)

mezzelune03

Prendi i dischi, metti in ognuno un poco del composto e coprilo con due o tre foglie di basilico fresco, chiudili e sigilla i bordi con i rebbi di una forchetta. Metti la carta da forno in una teglia, appoggiaci i le mezzelune, salale un poco e poni in forno preriscaldato a circa 200° per circa 20 minuti.

insalata
Secondi, Vegetariano

Insalata mista estiva

Ci sono cose che non mi vanno giù. Ci sono giorni che non ne posso più della routine. Ci sono giorni che cucino come se non ci fosse un domani e altri che mi nutro di una galletta di riso facendo la scarpetta nel Philadelphia direttamente con la testa nel frigorifero. Ci sono giorni che mi sento “crudista”, altri animalista, altri vegetariana, altri ingollo cibo senza pensare alla provenienza e alle lobby che governano. D’estate sono più portata verso il crudismo e d’inverno bollirei anche le ciabatte da gustare di fronte al caminetto. Non so se essere preoccupata per il mio bipolarismo verso la scelta del cibo o essere orgogliosa per non essere una fanatica dell’alimentazione. Denominatore comune di questo preambolo rimane l’appetito costante e la voglia di variare. Oggi mi sento crudista e di buona leva ho pulito tutte le verdure presenti in questa insalata.

Ingredienti:

  • 2 carote
  • 1 costola sedano
  • 5 ravanelli
  • 1 finocchio
  • rucola
  • olio 
  • sale
  • limone

NB  Acquistare la verdura da tagliare e lavare è la scelta migliore per 5 motivi.

Plastica:

il contenitore, che sia vaschetta o sacchetto e’ generalamente di plastica. La plastica contiene BPA, una sostanza tossica che si deposita , in questo caso, sulle verdure .

Lavaggio:

queste verdure sono lavate con l’utilizzo di soluzioni disinfettanti e trattate con anidride solforosa (E220), che aiuta a mantenere un aspetto fresco alle verdure.

Conservanti

E220 e’ un conservante che può causare reazioni allergiche e intolleranze alimentari . Esso favorisce il processo inibitorio delle vitamine B1 e la B12.

Confezionamento:

le verdure imbustate, vengono tagliate e lavate. Se questo processo viene effettuato molto tempo prima di mangiarle, esse perdono in sostanze nutrienti

Conservazione

Le buste utilizzate dall’industria ostacolano la penetrazione dell’ossigeno e la fuoriuscita di anidride carbonica.

La verdura subisce quindi un processo di “invecchiamento precoce” e si accentua il proliferarsi di muffe e microorganismi putrefattivi, dato che l’evaporazione dell’acqua verso l’esterno e’ impedita dalla plastica.

[credits: in modo naturale]

_MG_4791

bresaola
Carne, Secondi

Bresaola rucola e grana e non solo

Finalmente il sole è alto e sembra bruciare. Finalmente posso pranzare all’aria aperta e finalmente posso mettermi a maniche corte. Sarà banale parlare del tempo ma non sono la prima persona che subisce sbalzi di umore a seconda che sia nuvolo o assolato. Ed oggi che il cielo è di nuovo grigio e mi sembra ottobre rimpiango il sole alto di ieri. Comunque mentre stavo pensando di buttarmi sulla sdraio e strisce in terrazzo mangiando un toast e bevendo una coca-cola dalla lattina mi chiama mia madre dicendo che mi manda a pranzo marito e fratello perché lei  è in sciopero della cucina. Il mio sogno del toast si infrange e mi devo inventare un pranzo rapido per la famiglia affamata. Cosa c’è di meglio di una “piattata” di verdure di stagione?

Ingredienti (per 4 persone):

  • 200 gr bresaola
  • grana a scaglie
  • rucola 
  • agretti
  • pomodorini 
  • asparagi
  • mozzarella
  • olio
  • sale
  • pepe
  • limone

Per prima cosa pulite le verdure e mettete a bollire gli asparagi in acqua abbondante salata con le punte all’insù. La cottura dipende dalla grandezza (dai 7 minuti in su). Scottate gli agretti. Tagliate i pomodorini e costruite il piatto unico. Stendete la bresaola, cospargete di limone, coprite con rucola e pioggia di grana. Sull’altro lato del piatto stendere gli asparagi, la mozzarella, gli agretti, il pomodoro e condite a piacere. Serve altro?