Browsing Tag

patate

nizzarda
Pesce, Secondi

Insalata Nizzarda

La primavera punge. L’aria è tiepida ed il cielo fa spesso brutti scherzi. Come ogni giorno il sole dopo l’ora di pranzo si va a riposare ed io rimango col terrore di non fare in tempo a salvare lo stendino che ho lasciato fuori. E parlando del fuori ieri ho pranzato all’aperto e ho inaugurato la stagione delle insalate. La mia preferita è l’Insalata Nizzarda che è tutto fuorchè dietetica ma contiene gli ingredienti per i quali vado matta: tonno, alici, patate lesse e uova sode praticamente le stesse calorie di una pasta al ragù di carne unta al punto giusto. Leggendo in giro ho scoperto che ci sono molti modi per comporre questa insalata originaria di Nizza ed io mi sono adeguata seguendo il mio gusto. La ricetta originale prevede cetrioli (bleah) peperoni crudi (indigeribili) e aglio crudo (alitosi a vita) indi per cui mi permetto di presentarvi la mia variante inno dell’arrivo della stagione calda.

Ingredienti (1 persona):

  • insalata verde misticanza
  • pomodorini datterino
  • tonno 
  • 1 uovo sodo
  • acciughe
  • basilico 
  • patate lesse
  • fagiolini verdi (non ce li avevo)

Per prima cosa mettete l’uovo nell’acqua bollente per 9 minuti ( a me piace bavoso il giallo) . Togliete il guscio e lasciate freddare. Aspettate che le patate siano bollite e lasciate freddare. Tagliate i pomodorini, pulite il basilico e sciacquate i filetti di alice se troppo salati. Scolate il tonno e iniziate a costruire la vostra insalata. Un letto di misticanza, le alici sui lati, le patate al centro, l’uovo tagliato in 4 spicchi ai lati, pomodorini al centro insieme al tonno. Salate, pepate e guarnite con basilico fresco. 

nizzarda_02

patateviola
Primi

Vellutata di Patate Viola con Riso Venere e Porri



Benedette patate viola quanto vi ho cercato. Ora che vi ho trovato non ho saputo impiegarvi in modo molto originale un pò perché ho sempre meno tempo per stare in cucina ed un pò perché non sapevo che gusto avevate. Siete buonissime! La prima volta vi ho messo a friggere con le altre perchè volevo prendere confidenza col vostro sapore poi dopo vari tentativi mentali di mettervi a bollire per far di voi delle “gnocche” ho optato per questo piatto inventato. Mia cugina mi ha scritto per dirmi di smetterla di postare queste ricette che sembrano “cacca” di neonato, ma io insisto col dirle che questa è la mia cucina. Starò regredendo verso lo svezzamento nonostante la mia veneranda età?

Ingredienti (per 4 persone)

  • 3 porri
  • 6 patate viola
  • 1 litro e mezzo brodo vegetale
  • cumino qb
  • 6 pugni riso venere
  • latte qb
  • sale qb
  • mezza cipolla bianca

Per prima cosa puliamo bene le verdure. Tagliamo la cipolla sottile sottile e facciamola soffriggere in olio caldo. Nel mentre tagliamo a strisce sottili il porro e aggiungiamolo alla cipolla. Dopo 10 minuti aggiungiamo le patate tagliate a tocchetti e pelate e copriamo con abbondante brodo vegetale. Aggiungiamo sale, cumino abbondante e 5 pugni di riso venere. Copriamo e lasciamo cuocere per 40 minuti circa. Togliamo 3 cucchiai di riso e passiamo al mini pimer il resto. Allunghiamo con latte se necessario. Vi giuro che è buonissima!