Browsing Tag

pasta

Mafalde-e-ceci
Primi

Mafalde e ceci e zafferano

Questa settimana sono allergica alla cucina, non ho voglia di fare la spesa e non ho voglia di mettere niente in tavola. Me la sono cavata pranzando fuori spesso, buttando un pesce in forno con patate e pomodoro ieri sera ma oggi non posso più rimandare perché avevo ospiti a pranzo e qualcosa dovevo fornire. Cosa proporre per cavarsela con un unico piatto? Mafalde e ceci e zafferano! Idea geniale. Un piatto ricco e unico della tradizione toscana con cui fare il pieno di energie senza appesantirsi troppo. Continue Reading

pasta_zuchcchine
Primi

Mafalda corta con zucchine e pancetta

Ci sono giorni in cui riuscirei a costruire Roma e giorni in cui ho la stessa creatività di un ipo-stimolato. Oggi è uno di quei giorni in cui se esistessero le pasticche per nutrirsi la ingerirei. Non ho idee, nè voglia di cucinare, pulire, insaponare, asciugare e riporre. Ammetto che in questi giorni “non mangio” ma “mi nutro”. Non sono molto in fase creativa e non ho avuto tempo per dedicarmi a sperimentazioni interessanti. Credo che le cose semplici però rimangano sempre appetitose e genuine anche se non si prestano a laboriosi procedimenti. Oggi quindi ho scelto per voi una pasta asciutta condita con zucchine zafferano e pancetta.

Ingredienti:

  • 2 zucchine grandi
  • mezzo scalogno
  • olio qb
  • zafferano
  • peperoncino
  • 200 g pancetta affumicata
  • erba cipollina (per decorare)
  • pasta mafalda corta integrale
  • sale qb

Per prima cosa mettiamo sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata. Nel mentre mettiamo un filo d’olio in una padella e mettiamo a soffriggere la cipolla tagliata fine fine. Aggiungiamo la pancetta e lasciamo rosolare fino a quando non sarà colorita. Tagliamo a julienne le zucchine e facciamole saltare in padella a fuoco medio. Lessiamo la pasta e facciamo saltare con zucchine; spolverizzare con zafferano.

raviolo
Primi

Ravioli con Ricotta Fresca e Pomodorini

La domenica in genere scorre lenta e senza pretese. Si ciondola dal divano alla cucina e al massimo in serata ci si infila un paio di pantaloni e ci siede ad un cinema. Ieri mattina invece mi sono attivata e ho preparato questo pranzetto perfetto per il sole che invitava ad uscire.

 Ingredienti per 6 persone:

 Pasta:

  • 3 uova
  • 400 g di farina
  • acqua q.b.
  • sale

Ripieno:

  • 300 g di ricotta
  • 100 g di spinaci lessati
  • 5 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • noce moscata
  • sale

Lessate gli spinaci, sgocciolateli, strizzateli bene, tritateli e fateli asciugare in un tegame con una noce di burro. Lasciate intiepidire la verdura, quindi unitevi la ricotta e il parmigiano grattugiato, sale e una grattata di noce moscata e mescolate bene fino a ottenere un composto omogeneo. Trasferite il composto in una terrina e incorporatevi un uovo intero, lasciate riposare in frigorifero.

Preparazione della pasta. Preparate la pasta: setacciate con cura la farina sulla spianatoia, formate la classica fontana, quindi mettetevi al centro le uova e un pizzico di sale. Sbattete con una forchetta di legno le uova, quindi iniziate a incorporare la farina con la punta delle dita, partendo dai bordi della fontana. Lavorate con le man il composto per 15-20 minuti, amalgamando bene gli ingredienti e avendo cura di cospargere di tanto in tanto la spianatoia con un poco di farina. Continuate in questo modo fino a ottenere un impasto sodo e omogeneo, poi, quando nella pasta iniziano a vedersi delle bollicine, raccoglietela formando una palla. Lasciatela riposare in una ciotola per mezz’ora. Preparazione dei ravioli: stendete l’impasto in due sfoglie, poi distribuite su una di esse il ripieno a mucchietti ben distanziati tra loro. Coprite la sfoglia con il ripieno con l’altra sfoglia di pasta, schiacciando con le dita attorno a i mucchietti di ripieno per sigillare le due sfoglie. Servendovi di una rotella tagliapasta ritagliate i ravioli in quadrati omogenei.

 

Per il sugo. Ricotta e pomodorino a crudo.