vitel_tonne
Carne, Pesce, Secondi

Vitel tonnè

Finalmente arrivano le pesche, il melone e le ciliegie, la panzanella, il riso freddo, il ghiacciolo, la granita ed il mio adoratissimo Vitel Tonnè o Vitello Tonnato. Le mie regole sono: maionese a più non posso, carne senza nervetti tagliata a fette sottili sottili e una manciata di capperi. Non deve essere troppo freddo nè tiepido: fresco e accompagnato da fette di pane casereccio indispensabili per completare il lavoro con la scarpetta finale. Il piatto deve rientrare in cucina lucido e pulito. 

Curiosità: O vitel tonnè o vitel tonnà, contrariamente a quello che molti pensano, non è una ricetta di origine francese, ma bensì Piemontese, soprattutto nei giorni delle feste natalizie. 

Ingredienti (per 4 persone):

Per la carne

  • 800 gr di vitello
  • 1 cipolla
  • 2 carote
  • 2 gambi di sedano
  • 2 spicchi d’aglio
  • un paio di chiodi di garofano (facoltativo)

Per la salsa:

  • 100 gr di tonno sott’olio
  • 100 gr di tonno al naturale
  • 3 acciughe salate
  • capperi
  • 250 gr di maionese
  • 1 cucchiaio di sale

Mettete sul fuoco una pentola d’acqua con la cipolla, la carota, il sedano e il cucchiaio di sale. Portare ad ebollizione. Intanto legare il vitello in modo che possa mantenere una bella forma. Quando raggiungerà il bollore aggiungete il pezzo di carne, che farete cuocere per circa 2 ore. Lasciate raffredare nel brodo.

Preparazione della salsa. Mettete nel frullatore il tonno sgocciolato, 10 capperi e i tre filetti d’acciuga. Frullate finemente il tutto eventualmente con qualche cucchiaio di brodo o se si preferisce si può aggiungere una carota e un gambo di sedano tolti dal brodo. Unite il composto frullato alla maionese e amalgamate.

Quando la carne sarà fredda tagliatela a fette dello spessore preferito (se si vuole anche con l’affettatrice), spalmate un po’ di salsa sul piatto di portata, disponete le fette e nappate con la salsa.

Otterrete in questo modo anche un’ottimo brodo!

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply