rovellina_web
Carne, Secondi

Rovelline Lucchesi

Ieri sera a cena con amici si è acceso un lungo dibattito su cosa siano le “Rovelline”: c’era chi sosteneva che fossero le “cotolette fritte” e chi come semplicemente la “carne avanzata ripassata al pomodoro in giorno dopo”. Voi la conoscete? Cercando e chiedendo a nonne e mamme ho scoperto che per i “lucchesi” la rovellina è tipicamente la “ciccia fritta ripassata in padella con pomodoro e capperi” se manca il pomodoro si chiama braciolina fritta o cotoletta alla milanese o orecchio d’elefante quando è particolarmente grande la fetta di vitello. Nasce come piatto di “recupero”: quando avanzavano le fettine si usava “rifarle” con un pizzico di fantasia. Ingredienti:

  • 6 fette di fesa di vitello ognuna sul peso di gr. 150
  • 2 uova
  • sale
  • pangrattato gr. 300
  • olio extra vergine di oliva per friggere gr. 300
  • olio extra vergine di oliva delle colline lucchesi per la salsa gr. 60
  • passata di pomodoro gr. 700
  • aglio 2 spicchi
  • un ciuffetto di prezzemolo
  • un cucchiaio di capperi sotto aceto
  • un poco di origano,
  • pepe nero

Prendete le fette di fesa di vitello, incidetene i bordi con la punta di un coltello prima di appiattirle leggermente. Passatele poi nell’uovo sbattuto e salato, poi nel pangrattato. Fare aderire bene il pangrattato alla carne, quindi friggere le “rovelline” così ottenute in olio extra vergine di oliva delle colline lucchesi. Farle dorare da ambo i lati, quindi scolarle e metterle su di un foglio di carta assorbente da cucina per farli perdere l’unto in eccesso. Quando sono tutte fritte tenerle in caldo. In un tegame piuttosto largo, fare un trito con aglio, prezzemolo tritato e capperi sotto aceto. Aggiungere l’olio extra vergine di oliva e, quando iniziano a soffriggere, mettere la passata di pomodoro e un poco di origano. Aggiustare con sale e pepe e lasciare cuocere a fuoco dolce per circa 15 minuti. A questo punto metterci anche le “rovelline” fritte e lasciare insaporire nella salsa per altri 5 minuti. Servire la carne coperta con la salsa. Col purè avete fatto tombola. [fonte: RICETTE LUCCHESI]

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply