salute

Io & il Frigorifero

fridge organized

 

 

Oggi, sulla scia delle regole per fare la spesa, pensavo a come dispongo gli ingredienti dentro al frigorifero e ogni volta sono costretta a prendere atto che probabilmente le uniche cose che metto in ordine sono le uova perché esiste un’indicazione precisa, il burro per lo stesso motivo e le bottiglie anche se quello scaffale è insidioso perché si presta bene anche a tubetti e barattoli. Per tutto il resto regna il caos. Così spesso succede che ritrovo una scatola di formaggio modello stalattite o rinvengo dei barattoli in quarta fila rimasti a metà quali la marmellata della nonna ormai con la muffa, la senape commestibile fino a qualche mese fa, una salsa tartufata che dispiace buttare via anche se è lì da un tempo imprecisato. Chiunque apra la porta del frigorifero, fra l’altro cigolante, scuote la testa e dice che non si trova un caiser e sembra che abbia preso la rincorsa gettando dentro gli ingredienti. Una volta avevo letto che gli ingredienti andrebbero messi secondo un ordine ben preciso anche per non contaminare gli altri ed io per pulirmi la coscienza tengo un bicchiere con la polvere di caffè nel primo ripiano come rimedio della nonna assorbi-odori. Un discorso a parte andrebbe fatto per il freezer che non ho il coraggio di aprire o forse nemmeno si apre più visto che mi sfugge l’ultima volta che l’ho sbrinato. Nel mentre ho stampato e attaccato questo poster sul frigorifero, bando ai magneti e fotografie di famiglia da oggi il vero obiettivo è dare dignità ai miei abitanti a dispetto dei batteri che vivono comodamente fra l’insalata e le scatole aperte e chiuse all’infinito. E il vostro frigorifero com’è messo? Aspetto immagini!

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply