pomodoro e basilico
Primi

Conserva di Pomodori

Pomodori crudi allontanatevi subito. Provo disagio quando vedo qualcuno addentare un pomodoro crudo intero. Il sapore del pomodoro crudo mi ricorda il sangue e la buccia mi infastidisce. Sono una di quelle che ordina la caprese e sposta i pomodori, ordina la bruschetta perchè il pomodoro è condito e camuffato dal pane. Del pomodoro accetto solo il suo sugo ma mi raccomando senza la buccia sempre. Il pomodoro nudo e crudo lo trovo immangiabile. Avanti alla passata di pomodoro, alla pomarola, alla conserva di pomodoro purché sia cotto e senza bucce. 

L’estate è finita da un pezzo ma la conserva come indica il nome stesso è rimasta in dispensa e mi dispiace quasi attingere dalle provviste. Per la preparazione della conserva è necessario che i pomodori siano maturi, freschissimi e buoni. Assaggiate prima di iniziare il procedimento. Febbraio non è la stagione dei pomodori ma in serra se ne trovano di succosi e dignitosi.

  • 1 Kg di pomodori da sugo (Datterino o San Marzano per i pelati)
  • Passaverdure
  • Basilico
  • 1 spicchio aglio per vasetto
  • Vasetti con coperchio
  • Una pentola capiente
  • 1 mestolo di legno
  • Strofinacci da cucina

1. Lavate le bottiglie per la conserva in modo accurato. Sterilizzate accuratamente i  vasetti: esistono vari metodi: vedete qui.
2. Fate cuocere i pomodori nella pentola da 10 lt con un filo d’olio per almeno 50′.
3. Una volta raggiunta la densità desiderata aggiungete il sale e passateli al passaverdure per eliminare la buccia.
4. Adesso il sugo è pronto per essere inserito nei vasetti immergendo uno spicchio d’aglio e il basilico fresco. Lasciate un paio di cm dal bordo e chiudeteli subito con il tappo;
Fate raffreddare e controllare che il sottovuoto sia avvenuto correttamente spingendo con un dito al centro del tappo: deve fare “click” il tappo.

 

Quanto dura la conserva?
Le conserve durano intatte almeno fino a due anni dalla loro preparazione se la sterilizzazione è avvenuta correttamente. Bisogna seguire delle accortezze: ovvero i vasetti devono
essere riposti in un luogo fresco, asciutto, protetto dalla luce diretta del sole e con una temperatura inferiore ai 23°. Meglio non impilare i vasetti ma disporli uno a fianco all’altro.
Una volta aperti i barattoli conservarli in frigo e consumarli entro 3-4 giorni.

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply